Festa della donna, tre film da vedere

Tre fil da guardare l'8 Marzo, per la festa della donna, tre film che riguardano donne comuni in cui potersi rispecchiare

Tre film da guardare per la festa della donna

Oggi voglio consigliarvi tre film che riguardano le donne, visto che è l' 8 Marzo, ma non voglio proporvi le stesse liste di film che troverete su altri siti, quindi quelli riguardanti l'emancipazione della donna, ma voglio proiettarvi verso tre commedie, che forse avrete già guardato, ma che sono certa riguarderete con molto piacere.
Riguardano donne comuni, alle prese con le proprie vite e alle prese con l'amore, in cui di certo buona parte di noi si può rivedere.

Il diario di Bridget Jones
Un film basato sull'omonimo romanzo, che vede come protagonista una trentenne single ed insicura, interpretata da Renèe Zelweger che nonostante tutto, cerca di affermarsi sul lavoro e di trovare l'amore della sua vita e sono esattamente due gli uomini che rapiscono il suo cuore, ma uno l'opposto dell'altro, interpretati da Hugh Granth e Colin Firth.
Un film a cui ne sono seguiti altri due, ma a mio avviso questo resta l'ever green per eccezione, perché in fondo tutte almeno una volta ci siamo sentite come la protagonista di questo film, quindi insicure, impacciate ed innamorate.
Un film che sicuramente strappa sorrisi, ma ci fa anche riflettere su come a volte avere maggiore fiducia in noi stesse possa aiutarci a vivere meglio.

L'amore non va in vacanza
Due donne, che vivono rispettivamente una in America e l'altra in Inghilterra, interpretate da Kate Winslet e Cameron Diaz, ricevono entrambe forti delusioni d'amore, s'incontrano all'inizio solo via rete, accordandosi di scambiarsi i rispettivi appartamenti per qualche giorno, perché necessitano entrambe di dimenticare e sopratutto non hanno più fiducia negli uomini.
 Ma la vita riserva sorpresa e anche senza volerlo, entrambi trovano l'amore.
Una storia romantica, che alla fine fa sognare un po' tutte, sopratutto chi ha subito forte delusioni dagli uomini, ci regala quel pizzico di speranza a cui non bisogna mai rinunciare!





Piccole donne

Tratto dall'omonimo libro e ci sono varie versioni, ma quella che vi suggerisco è una delle prime, del 1933, diretto da George Cukor.
 Narra la storia di quattro sorelle, così legate tra loro, ma ognuna con sogni e aspirazioni diverse, c'è Jo che sogna di fare la scrittrice, Meg che invece sogna semplicemente d'innamorarsi e di avere una famiglia, Amy che invece è ambiziosa e infine Beth la più dolce di tutte, ma anche la più fragile, che non ama far progetti, ma ama aiutare gli altri.
 Il tutto ambientato nel New England, nel periodo della guerra di Secessione.
Un film che almeno una volta nella vita bisogna vedere, perché di certo tenderemo a rispecchiarci in una delle sorelle o comunque resteremo affascinate da quel legame che con gli anni, nonostante ognuna inizi ad avere una propria vita, resta ugualmente forte, forse anche per riuscire a superare la perdita di Beth.

Piccole donne


Nessun commento:

Posta un commento