L'importanza del piano editoriale



L'importanza del piano editoriale per  i blog e per i social networksa

Spesso c'imbattiamo in blog che vengono aggiornati troppo raramente o in social networks che sembrano un vero e proprio deserto.
Finché si tratta di blog e social, strettamente personali, da utilizzare solo per noi stessi o con amici allora è tutto nella norma.
Ma se sono blog o social networks legati a brands, a personaggi pubblici, altre figure professionali ecc. allora c'è proprio un problema di base!
Di certo su questi social networks manca la figura professionale di un social media manager, che credo sia assolutamente fondamentale, ma purtroppo non tutti hanno abbastanza budget per assumere figure che si occupino degli aspetti social e allora l'unica soluzione è il sapersi organizzare!
Non necessariamente bisogna avere molto tempo a disposizione per gestire ogni social network, ma di base ci vuole un piano editoriale!
Che cos'è?
Semplicemente bisogna decidere cosa pubblicare e quando e dove, perché come molti sapranno non sempre uno stesso post può andar bene su tutti i propri social networks, tutto dipende dal target che si ha su ogni specifico social network, se è lo stesso allora dei post simili andranno alla perfezione, ma se diverso e se sopratutto trattate diversi settori su ogni social allora dovrete assolutamente differenziare i post per ogni social network.
Fare un piano editoriale non è poi così difficile, ma serve un po' di materiale, qualche idea ed ovviamente bisogna saper smanettare un minimo con i programmi per l'editing delle foto, ecco perché ripeto che un aiuto da una figura professionale ci vorrebbe a prescindere.
Quanti post pubblicare? Questo dipende da cosa trattate, se sei un brand di articoli di moda dovresti aggiornare almeno tre volte a settimana, se invece sei una testata giornalistica allora è ovvio che devi aggiornare tutti i giorni, insomma tutto è relativo e tutto dipende anche dai periodi, ad esempio in caso di periodi con i saldi o con offerte speciali ecc. è giusto pubblicare più volte, ma a mio avviso non bisogna mai superare una volta al giorno, per ogni social network ovviamente.
Per quanto riguarda i blog invece non posso darvi una media dei post da programmare nel piano editoriale, l'importante è essere costante, quindi inutile programmare sette post di fila per poi far passare un mese al prossimo post, basta solo decidere quanti articoli pubblicare ogni settimana.
In linea di massima una buona media può essere un tre o quattro articoli a settimana o anche meno se i contenuti sono di qualità.
Fino a poco tempo fa' era fondamentale pubblicare una volta al giorno, ma ormai le cose sono decisamente cambiate, perché prima  aveva più importanza la quantità che la qualità, ora invece è il contenuto che viene al primo posto.
Insomma, un blog che pubblica un post al giorno potrebbe avere molta meno autorità di un blog che pubblica un post al mese, per il semplice fatto che quei post giornalieri hanno contenuti che non attirano la rete o che non sono ben indicizzati, perché appunto Google è ovvio che tende a rendere più reperibili i contenuti di qualità.
Ecco perché esistono blog, che nonostante hanno pochi articoli sono considerati tra i più autorevoli, ma attenzione però, perché quegli stessi blog anche se non hanno nuovi articoli, continuano comunque ad aggiornare con contenuti quelli esistenti, altra cosa assolutamente fondamentale.
Il piano editoriale per un blog è fondamentale, sia perché spesso ci sono scadenze da rispettare, ad esempio per articoli sponsorizzati, sia perché spesso ci si può ritrovare a non avere idee o si è troppo indaffarati per scrivere.
Insomma sia per i blog che per i social networks, i piani editoriali sono fondamentali per lavorare al meglio, senza stress e senza ritrovarsi i social networks o i blog deserti.
Per quanto riguarda i tempi,che riguardi i social networks o un blog, potreste organizzare il piano editoriale una volta a settimana, per coprire la settimana successiva oppure procedere ad organizzarlo per coprire tutto il mese.
Ovviamente il piano editoriale va fatto con calma e senza strafare altrimenti sarà assolutamente inutile.
Insomma questo articolo si può riassumere con due frasi: Content is the king e Less is More :)


Commenti

  1. Ci sto proprio lavorando in questi giorni su base mensile 😁 è una faticaccia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei coraggiosa, con questo caldo, è già un miracolo se riesco a organizzarlo settimanalmente x)

      Elimina

Posta un commento